Ken Follet – Il pianeta dei bruchi

#consiglidilettura

Ken Follet agli albori, precisamente nel 1976, sotto lo pseudonimo Martin Martinsen scrisse due libri per ragazzi, Il pianeta dei bruchi ( Mondadori, 1985) e Il mistero degli studi Kellerman (Mondadori, 1986). Furono infatti pubblicati tardivamente in Italia, solo dopo che l’autore raggiunse la notorietà con altri titoli per adulti.

Il pianeta dei bruchi è un racconto fantascientifico di 96 pagine, molto scarno di dettagli rispetto al Follet a cui siamo abituati, e sicuramente con una trama abbastanza semplice.

Risulta adatto infatti ai giovani ragazzi che vogliono avvicinarsi ad un genere narrativo fantasy.

Siamo in Inghilterra, in un tempo non definito ma sicuramente moderno, dove i gemelli Price e il cuginetto Barile stanno trascorrendo l’estate nella pensioncina di mamma Price.

Del tutto inaspettato l’arrivo dello zio Grigorian, un uomo affabile e simpatico, con “le mani strane”, che si offre di portare con se i ragazzi nella sua fattoria del Galles.

Arrivati nel paesaggio rurale svela di essere un extraterrestre spia, per conto dell’Unione Galattica.

Chiede un aiuto ai nipoti, considerati neutrali e privi di influenze esterne, per giudicare la difficile questione della Guerra dei Bruchi.

Ai ragazzini verranno donati dei poteri speciali, che nemmeno lo stesso Zio Grigorian possiede.

Un libro leggero, giusto per ragazzi dai 10 anni in su.

Avete figli o nipoti? Un giusto regalo per Natale o compleanni!

Cosa ne pensi del nostro articolo? faccelo sapere, per noi è importante!