Bentornati

L’ultima volta che ho scritto su queste pagine la mia vita era completamente diversa da quella attuale. E anche se alcune collaborazioni sono sempre rimaste in essere, una forza invisibile, mi spinge, mi attrae, mi lega a questo progetto online.

Se dobbiamo ridurre ai minimi termini ciò che è accaduto in questi mesi, e che mi ha tenuto lontana dal mio meraviglioso lavoro, è che sono diventata mamma del mio terzo bimbo e c’è stata una pandemia mondiale.

Ma sono certa che di quest’ultimo punto nessuno di voi ha saputo nulla, quindi per non creare allarmismi da troppa informazione, lascio a voi la sorpresa sul come andrà a finire.

Come mamma di tre bimbi piccoli, 7 anni, 5 anni e 9 mesi, ho avuto un gran bel da fare. Ma la salute è sempre stata ottima, quindi si tratta di quisquilie.

Questa quarantena ha avuto moltissimi lati positivi, e vorrei elencarli, non per sminuire tutti quelli meno belli, ma per il semplice fatto che i primi, vinceranno sempre su quelli più tristi.

  • Ho imparato che talvolta rallentare è un obbligo morale verso se stessi.
  • Ho letto praticamente tutta la bibliografia di Sandro Veronesi.
  • Ho insegnato alle mie bimbe grandi il vero significato della parola collaborazione.
  • Aurora ha iniziato a leggere con passione e coinvolgimento, tralasciando finalmente l’emulazione.
  • Ho appreso l’arte della panificazione.
  • Ho scoperto che con tre figli una mamma si trasforma in una specie di dea Kali, con 8 braccia.
  • Ho cambiato colore di capelli. Addio rouge, benventornato castano.

E voi? Se poteste elencare le cose più positive che vi sono accadute in questa quarantena, quali scegliereste?

 

Cosa ne pensi del nostro articolo? faccelo sapere, per noi è importante!