Libri in uscita in Libreria, Novembre 2018

I libri che stanno per arrivare in libreria da non perdere.

Senza mai arrivare in cima, di Paolo Cognetti, Einaudi.

In libreria dal 6 novembre  

Dall’autore di Le otto montagne. 

Che cos’è l’andare inmontagna senza la conquista della cima? Un atto di non violenza, un desideriodi comprensione, un girare intorno al senso del proprio camminare. Questo libroè un taccuino di viaggio, ma anche il racconto illustrato, caldo, dettagliato,di come vacillano le certezze col mal di montagna, di come si dialoga con uncane tibetano, di come il paesaggio diventa trama del corpo e dello spirito.Perché l’Himalaya non è una terra in cui addentrarsi alla leggera: è unamontagna viva, abitata, usata, a volte subita, molto lontana dalla nostra. Peraffrontarla serve una vera spedizione, con guide, portatori, muli, un campo damontare ogni sera e smontare ogni mattina, e soprattutto buoni compagni diviaggio. Se è vero che in montagna si cammina da soli anche quando si camminacon qualcuno, il senso di lontananza e di esplorazione rinsalda le amicizie. Lenotti infinite in tenda con Nicola, l’assoluta magnificenza della montagnacontemplata con Remigio, il saliscendi del cammino in alta quota, l’alteritàdei luoghi e delle persone incontrate. Questo è il viaggio che Paolo Cognettiintraprende sul finire del suo quarantesimo anno, poco prima di superare ilcrinale della giovinezza.

Macchine mortali, di Philip Reeve, Mondadori.

In libreria dal 6 novembre  

Da questo romanzo il film di Peter Jackson, nelle sale da dicembre 2018

In un futuro prossimo post-apocalittico, in seguito a un olocausto nucleare che ha causato terribili sconvolgimenti geologici, le città sono diventate enormi ingranaggi a caccia di altre città di cui cibarsi per sopravvivere. Tom, giovane Apprendista Storico di Terza Classe, lavora nel museo di Londra, una delle città più potenti. Un caso fortuito porta il ragazzo a sventare il piano omicida di Hester, una giovane orribilmente sfigurata che attenta alla vita del capo della Corporazione degli Storici, l’archeologo Valentine. Prima che la misteriosa ragazza si dilegui, Tom riesce a farsi rivelare la sua identità. Ma, da quel momento, da eroe si trasforma in preda.

Crooner, di Kazuo Ishiguro, Einaudi.

In libreria dal 6 novembre  

Kazuo Ishiguro è un poeta nell’uso e nell’accostamento delle parole che sovrappone, scompone e adopera in modo da dare voce alle emozioni e ai sentimenti umani. Crooner è tutto questo: è una composizione di musiche interiori ed un’alternanza di suoni che prendono ispirazione dalla vita. Crooner è uno di quei vecchi cantanti melodici americani ormai fuori moda che ha alle spalle tanti successi, ma un presente di mediocrità. Decide così di dedicare alla moglie una serenata a bordo di una gondola, ma questo non è il segno di un amore romantico, quanto invece l’inizio di una operazione di abbellimento personale e musicale. Nulla si fa per nulla. Neppure la musica. Tutta l’idea di Ishiguro parte dai notturni musicali, veicolo di atmosfere sognanti e sentimenti ambivalenti. Nei cinque racconti di questa raccolta prevale quindi l’ambientazione notturna delle scene cardine, la qualità onirica e surreale delle vicende e l’alternanza di toni lievi e gravi che contraddistinguono anche il genere musicale. Crooner diventa così la bellezza di un cambiamento, ma anche la tristezza di non riuscire più ad essere la promessa di sé stessi, di quel qualcuno che avremmo tanto voluto diventare, ma che rimaniamo impotenti ad osservare. La musica diventa metafora dell’esistenza, di una nota stonata o di un pezzo ben eseguito.

Ho sposato Pablo Escobar, di Victoria Eugenia Henao, Utet.

In libreria dal 6 novembre  

Victoria Eugenia Henao, moglie di Pablo Escobar, si racconta per la prima volta in una biografia intensa e scioccante

Victoria Eugenia Henao ha dodici anni quando vede per la prima volta Pablo Escobar a cavallo di una Vespa bianca e rossa, comprata a rate da un vicino di casa. Quindici anni quando lo sposa. Trentadue quando rimane vedova. Vedova del più famoso, pericoloso, sanguinario narcotrafficante della storia. Cosa significa vivere a fianco di un uomo dalla leggendaria ferocia, un mafioso che da piccoli traffici di provincia arriva a controllare un impero criminale sconfinato, un assassino e un dongiovanni che è anche un padre amorevole e un marito attento? Cosa significa avere la vita e l’anima completamente controllata da Pablo Escobar, finire vittima delle guerre che lui ha scatenato, restare sola dopo la sua morte a trattare per la propria vita e quella dei propri figli? Su Escobar e la sua parabola criminale sono ormai stati versati fiumi di inchiostro, e girati film e serie televisive. Ma nessuno può dire di averlo conosciuto più intimamente di sua moglie, mille volte tradita ma mai lasciata, ricoperta di regali e soldi a patto che non capisse troppo bene quale origine avessero, tenuta vicino il più possibile anche quando la vita era una fuga continua da attentati, forze dell’ordine, cartelli rivali. E la forza di questa straordinaria testimonianza è proprio il racconto della dimensione umana, della vita vissuta, dei sentimenti e dei dolori di una coppia: nonostante i difficili inizi, oltre i fasti di una ricchezza costruita sulla droga, lungo la spirale di violenza che finisce per minacciare la vita di tutta la famiglia, fino a dopo la morte di Pablo, che lascia dietro di sé una scia di fama, sangue e rimorsi che perseguita Victoria ancora oggi. Victoria Henao non scrive per giustificare né per addolcire la figura di Pablo Escobar, e racconta le sue esperienze senza tacere nulla, neanche i segreti fino a oggi rimasti assolutamente impenetrabili, scavando in un rapporto che è stato amore, adorazione, ossessione, ma anche dominio psicologico, violenza, dolore.

“Alla fine di questa storia di dolore, mi chiedo se sono riuscita a rievocare tutta la crudeltà di Pablo e se quello che davvero mi univa a lui era la paura o l’amore.”

Andiamo a vedere il giorno, di Sara Rattaro, Sperling & Kupfer

In libreria dal 6 novembre  

Alice è stata una figlia modello e una perfetta sorella maggiore, quella che in famiglia cercava di tenere insieme tutti i pezzi mentre il padre stava per abbandonarli, quella che per prima ha trovato il modo di comunicare con il fratellino, nato privo di udito, e di farlo sentire «normale». Ha pensato agli altri prima che a sé stessa, ha seguito le regole prima che il cuore e adesso, di fronte a una passione che ha scardinato tutti i suoi schemi e le sue certezze, si ritrova a mentire, tradire, fuggire.Ma sua madre, Sandra, non ha alcuna intenzione di lasciarla sola. Su quel volo per Parigi c’è anche lei, e insieme iniziano un viaggio che è un guardarsi negli occhi e affrontare tutti i non detti, a partire da quel vuoto che ha rischiato di inghiottire la loro famiglia tanti anni prima. Alice si illude che, ritrovando la persona che si era insinuata nelle crepe della loro fragilità, possa dare una risposta a tutti i perché che si porta dentro, magari capire ciò che sta accadendo a lei ora, vendicare il passato e punire se stessa. Le occorreranno chilometri e scoperte inattese, tuttavia, per comprendere che non è da quella ricerca che può trovare conforto. Perché una sola è la verità: la perfezione non esiste, solo l’amore conta, solo l’amore resta. E la sua famiglia, così complicata, così imperfetta, saprà dimostrarle ancora una volta il suo senso più profondo: essere presente, sempre e a ogni costo. Per continuare insieme il cammino, qualunque sia la destinazione.

La Diga, David Almond e Levi Pinfold, Orecchio Acerbo Editore.

In Libreria l’8 Novembre

È un’alba nebbiosa nel Northumberland. Padre e figlia, lei con il violino in spalla, attraversano grandi distese d’erba: solo fiori e animali sul loro percorso verso poche case abbandonate. Tra poco tutto questo sparirà, l’acqua sommergerà ogni cosa e i grandi prati verdi diventeranno lo scuro fondale di un lago. Padre e figlia suonano, cantano e ballano, riempiono di musica le case, per non dimenticare. Quando giungerà, il lago sarà meraviglioso e la sua acqua conserverà per sempre le loro note. Una storia vera, diventa canto d’amore per la propria terra, per le terre di tutti coloro che le abitano, attraverso i versi e le immagini di due autori insuperati: David Almond e Levi Pinfold.

Donne che non perdonano, di Camilla Lackberg, Einaudi.

In libreria dal 13 novembre  

«È vero, stava per uccidere un uomo, ma avrebbe anche liberato una donna. La somma algebrica delle sue azioni sarebbe stata uguale a zero. E poi un’altra persona avrebbe liberato lei».

PRIMA EDIZIONE MONDIALE

Camilla Läckberg havenduto oltre venti milioni di copie nel mondo.

Scavare fossati, Nutrire coccodrilli, di Zerocalcare, Bao Publishing.

In libreria dal 15 novembre  

Il catalogo della grande mostra di Zerocalcare al MAXXI di Roma (10 novembre 2018 – 10 marzo 2019) è stato curato da BAO e contiene quattro storie a fumetti mai stampate prima, testi critici di Claudio Calia, Francesca Romana Elisei, Oscar Glioti e Loredana Lipperini, oltre a centinaia di disegni rari o mai visti, che ripercorrono oltre quindici anni di vita e lavoro dell’artista di Rebibbia. Un libro importante, per la storia personale di un autore e per un pezzo di Storia recente, presentato nello stesso formato di Macerie prime e reso imprescindibile da una cronologia 1999-2018 (scritta da Oscar Glioti) che contestualizza Zerocalcare con una precisione mai raggiunta prima negli scritti su di lui.

Storia di una balena bianca raccontata da lei stessa, di Luis Sepulveda, Guanda.

In libreria dal 15 novembre

Una nuova favola di Sepúlveda è pronta a conquistarci.

Da una conchiglia che un bambino raccoglie su una spiaggia cilena, a sud, molto a sud del mondo, una voce si leva, carica di memorie e di saggezza. È la voce della balena bianca, l’animale mitico che per decenni ha presidiato le acque che separano la costa da un’isola sacra per la gente nativa di quel luogo, la Gente del Mare. Il capodoglio color della luna, la creatura più grande di tutto l’oceano, ha conosciuto l’immensa solitudine e l’immensa profondità degli abissi, e ha dedicato la sua vita a svolgere con fedeltà il compito che gli è stato affidato da un capodoglio più anziano: un compito misterioso e cruciale, frutto di un patto che lega da tempo immemore le balene e la Gente del Mare.

Il segreto della seconda pergamena, Matteo Di Giulio, Newton Compton Editori

In libreria il 22 Novembre 2018.

Autore del bestseller La congiura delle tre pergamene

Genova, 1501. Martino Durante è fuggito da Milano con la speranza di imbarcarsi per il Nuovo Mondo. Insieme a lui ci sono il figlio di due anni e suo fratello Niccolò. Mentre si trovano in città, però, vengono attaccati a sorpresa: sulle tracce di Martino c’è un nobile milanese, Goffredo Landriani, che non solo è in cerca di vendetta per quanto accaduto a Milano, ma che vuole anche mettere le mani su Niccolò, l’unica persona in grado di leggere un manoscritto in codice, fondamentale per i suoi piani di potere. Intanto a Venezia un forestiero sbarca nella laguna: si tratta di Sofia, mercenaria al soldo di Landriani, cui è stato assegnato il compito di recuperare un’antica pergamena. La Serenissima però vive nel terrore, perché da tempo si verificano degli inspiegabili incidenti che portano al crollo di numerosi palazzi. Per portare a termine la propria missione, Sofia dovrà scoprire chi si cela dietro a un complotto che sta mettendo in pericolo la sopravvivenza della Repubblica. Il premio che l’aspetta è la testa di Martino Durante, l’uomo che a Milano l’ha sfigurata e le ha rovinato la vita per sempre.


Fuoco e sangue, di George R.R., Mondadori.

Martin. In libreria dal 20 novembre  

L’emozionante storia dei Targaryen prende vita in questa opera magistrale dall’autore de “Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco”, che ha ispirato la serie HBO “Game of Thrones”. Secoli prima degli eventi de Il Trono di Spade, Casa Targaryen – l’unica famiglia di signori dei draghi a sopravvivere al Disastro di Valyria – si stabilì a Roccia del Drago. Con Fuoco e Sangue ha così inizio la loro storia sotto il leggendario Aegon il Conquistatore, creatore del Trono di Spade, per proseguire narrando le generazioni di Targaryen che hanno combattuto per difendere quell’iconico scranno, fino alla guerra civile che quasi dilaniò per sempre la loro dinastia. In questo avvincente primo volume della loro storia, narrata dalla penna d’un antico maestro della Cittadella, finalmente i frammenti e gli accenni che riecheggiavano nel ciclo epico Il Trono di Spade sono svelati in tutta l’ampiezza d’un portentoso affresco: com’è stato forgiato il Trono di Spade? Perché era così micidiale visitare Valyria dopo il Disastro? Quali sono stati i peggiori crimini di Maegor il Crudele? Cosa scoprì Alysanne la Buona recandosi alla Barriera? Che cosa è veramente successo durante la Danza dei Draghi? Sono solo alcune delle domande cui viene data risposta in questa cronaca fondamentale del continente occidentale. Finalmente anche il grande mondo fantasy di George R.R. Martin ha il suo legendarium, un compendio inesauribile di episodi e dettagli che riecheggia Il Silmarillion di J.R.R. Tolkien e Storia della decadenza e caduta dell’Impero Romano di Gibbon, un banchetto fastoso per tutti gli appassionati e un potente specchio delle grandezze e miserie della natura umana, nei bassifondi della carestia o assisa su un trono, nel fango d’una battaglia o sul dorso d’un drago.

Tutto il mio mondo sei tu, Liao Jimmy, CameloZampa. 

In libreria dal 22 Novembre 2018

Il suo cagnolino non c’è più e le manca tantissimo. Lei scrive lettere che affida al vento, pregando che lui le riceva. Nei suoi sogni, la bambina sale al piano superiore dell’albergo, ora chiuso, dove vive con la famiglia. Lì, ogni notte, incontra un personaggio diverso, forse fantasmi di ospiti che in passato hanno soggiornato in quelle stanze, in un momento cruciale della loro vita. Ognuno di loro le affida la sua storia, per aiutarla nel viaggio che dovrà percorrere. Un picture book dove le vibranti illustrazioni di Jimmy Liao si intrecciano a un testo intimo e commovente, in un continuo gioco di rimandi. Un viaggio attraverso quel mondo dei sogni che ci aiuta a vivere la vita di ogni giorno. 

Vuoto, di Maurizio De Giovanni, Einaudi.

In libreria dal 27 novembre 

Anche le vite all’apparenza più piene possono nascondere un vuoto incolmabile. Ed è in questo vuoto che devono affacciarsi iBastardi. Un’insegnante di liceo scompare nel nulla e i Bastardi di Pizzofalcone, che a dispetto dei tanti nemici interni al corpo di polizia sono ormai una delle migliori squadre investigative della città, hanno il compito di ritrovarla. O almeno di ritrovare il suo corpo. Nella completa assenza di indizi, Lojacono e i suoi colleghi saranno costretti a indagare negli angoli oscuri di esistenze che sembrano del tutto normali, portando alla luce, infine, le ragioni di un odio mortale.

Cosa ne pensi del nostro articolo? faccelo sapere, per noi è importante!